I 5 sensi del mare: il tatto

Eventi, Laboratori | 0 comments | by Ziguele

Tatto: senso che attraverso le terminazioni sensitive della pelle permette di riconoscere la forma, la consistenza e le caratteristiche esterne degli oggetti

Il tatto è il primo senso che viene sviluppato dagli embrioni umani ed è attraverso di esso che alla nascita i neonati hanno le prime esperienze relazionali ed affettive con la madre: il contatto con la sua pelle e con il suo calore attraverso le carezze e gli abbracci. Pensare a queste primarie e fondamentali esperienze ci fa comprendere quanto potere sia racchiuso in questo senso: ha funzioni comunicative ed esplorative ma anche, e di primaria importanza, funzioni protettive!

Quando pensiamo al mare ed in particolare al momento in cui il nostro corpo si immerge in acqua di mare, riconosciamo che è questo senso che, per primo, viene stimolato: all’inizio della stagione un brivido di freddo può percorrerci ma può anche capitare che nelle torride giornate estive ci pervada una piacevole sensazione rinfrescante…

Più difficile sarebbe invece descrivere la consistenza e la tessitura dell’acqua, ma il senso del tatto in mare non si limita alla sola percezione dell’acqua, questo senso rappresenta infatti una via per molteplici altri stimoli dovuti alla moltitudine di ambienti e di organismi presenti.

Il piacere di una passeggiata su una soffice spiaggia corallina, la sensazione di un insopportabile solletico causato da uno sfioramento di qualche alga, il bruciore del contatto con una medusa, la scivolosità dei pesci, la ruvidezza della pelle degli squali e tanto altro…

Il 7 ottobre alle ore 15.30 in Piazza Senarega nell’ambito della Notte Bianca dei bambini a Genova anche il tatto ci sarà d’aiuto per scrivere la nostra storia di mare nell’ambito del laboratorio narrativo “Il Raccontamarino”!!

 

Vai agli altri post della serie “I cinque sensi del mare”: vista, udito, tatto, gusto, olfatto

Tags: , , ,

Comments are closed.

Voci dal mare